Vai al contenuto

Il Titulus Crucis del Crocifisso di Santo Spirito

Avete mai fatto caso al Titulus Crucis che si trova sopra il capo del giovane Cristo di Santo Spirito? Ebbene, quell’iscrizione lì è ancora l’originale mia ed è assai singolare. Riporta la frase Gesù Nazareno, Re dei Giudei in tre lingue differenti: ebraico, greco e latino.

Non solo: la scritta in greco e in latino è riportata al contrario di come si fa di solito ovvero da destra verso sinistra. La frase in ebraico invece riporta un errore ovvero mi-yehudium invece che ha-yehudium.

titulus_mich_part
Annunci

Perché scelsi di scrivere quella frase in tre lingue invece che il classico dei classici INRI?

Da non molto tempo a Roma era stata rinvenuta la cosiddetta reliquia del Titulus Crucis durante un intervento di restauro presso la chiesa di Santa Croce. Si pensò subito che fosse quello originale che la madre di Costantino aveva fatto arrivare nella Città Eterna con le tre frasi in differenti lingue scritte. La reliquia, trovata il primo giorno di febbraio del 1492, fu inviata a Lorenzo de Medici.

Sicuramente vidi quel reperto e me ne ricordai quando mi misi al lavoro per il Crocifisso di Santo Spirito. Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

cristo_94879afbe8_55093053
Annunci

The Titulus Crucis of the Holy Spirit Crucifix

Have you ever noticed the Titulus Crucis found above the head of the young Christ of the Holy Spirit? Well, that inscription there is still my original and is very unique. The sentence Jesus Nazareno, King of the Jews in three different languages: Hebrew, Greek and Latin, bears the phrase.

Not only: the inscription in Greek and in Latin is reported as opposed to how it is usually done from right to left. The Hebrew phrase instead reports an error or mi-yehudium instead of ha-yehudium.

Why did I choose to write that sentence in three languages ​​instead of the classic INRI classic? Not so long ago in Rome the so-called relic of the Titulus Crucis was found during a restoration at the church of Santa Croce. It was immediately thought that it was the original one that Constantine’s mother had sent to the Eternal City with the three sentences in different written languages. The relic, found on the first day of February 1492, was sent to Lorenzo de Medici.

Surely I saw that artifact and remembered it when I set to work for the Crucifix of Santo Spirito. Your always Michelangelo Buonarroti and his stories

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Il gruppo del Baroncelli e di Paris alla mostra “Donatello. Il Rinascimento”

🇮🇹Nel percorso espositivo della mostra “Donatello. Il Rinascimento” ci si trova faccia a faccia con il Crocifisso, la Madonna e San Giovanni dolenti, San Maurelio e San Giorgio col drago in bronzo e ottone di Niccolò Baroncelli e Domenico di Paris.
🇬🇧In the exhibition itinerary of the exhibition “Donatello. The Renaissance” we come face to face with the Crucifix, the Madonna and San Giovanni dolenti, San Maurelio and San Giorgio with the dragon in bronze and brass by Niccolò Baroncelli and Domenico di Paris.

Palazzo Vecchio: i mobiletti a commesso fiorentino

🇮🇹Girovagando fra un ambiente e l’altro di Palazzo vecchio inevitabilmente ci si ritrova dinnanzi a mirabili mobiletti intarsiati con marmi e pietre dure preziose e semipreziose….
🇬🇧Wandering from one room to another in the Palazzo Vecchio, one inevitably finds oneself in front of admirable cabinets inlaid with marble and precious and semiprecious semiprecious stones….

21 maggio 1972: l’album fotografico a 50 anni dall’attentato alla Pietà Vaticana

🇮🇹Sono ormai trascorsi esattamente cinquant’anni da quando il trentaquattrenne australiano Lazlo Toth inveì con una mazzetta sopra la Pietà Vaticana e per l’occasione voglio proporvi alcune delle immagini più significative di quel momento ma non solo…
🇬🇧 Exactly fifty years have now passed since the thirty-four-year-old Australian Lazlo Toth railed with a bribe over the Vatican Pietà and for the occasion I want to offer you some of the most significant images of that moment but not only …

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: