Vai al contenuto
Annunci

Le ostie istoriate e i medaglioni bronzei

Sapete, sia durante il periodo medievale che rinascimentale, l’ostia che veniva adoperata da chi celebrava la messa avevano le sembianze di grandi medaglioni un po’ come adesso ma c’era una differenza importante: non avevano una superficie levigata ma stampata a caldo mediante apposite forme adoperate durante la fase della cottura.

In pratica le ostie erano istoriate e presentavano scene relative alla Crocifissione, alla Resurrezione di Cristo ma anche altri soggetti biblici comunque attinenti all’Eucarestia.

Non è un caso quindi che i medaglioni bronzei che affrescai nella Cappella Sistina sono tutti in qualche modo riconducibili al sacrificio di Cristo per la salvezza dell’uomo.

Osservate bene i due medaglioni che affiancano il riquadro centrale della Separazione della luce dalle tenebre: uno raffigura il Sacrificio di Isacco, il richiamo più antico della Crocifissione mentre l’altro sta a simboleggiare la Resurrezione con l’ascensione al cielo del profeta Elia. Insomma, nella volta della Sistina così come nel Giudizio Universale niente è stato affrescato a caso o senza un significato preciso.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti.

2010-09-04_12.jpg

The historiated host and the bronze medallions

You know, both during the medieval and the renaissance period, the host that was used by those celebrating the mass had the appearance of large medallions a bit like now but there was an important difference: they did not have a smooth surface but hot stamped through special forms used during the cooking phase.

In practice, the hosts were historiated and presented scenes related to the Crucifixion, to the Resurrection of Christ, but also other biblical subjects still relevant to the Eucharist.

It is no coincidence then that the bronze medallions I frescoed in the Sistine Chapel are all somehow attributable to the sacrifice of Christ for the salvation of man.

Look carefully at the two medallions that flank the central box of the separation of light from darkness: one depicts the Sacrifice of Isaac, the most ancient call of the Crucifixion while the other symbolizes the Resurrection with the ascension into heaven of the prophet Elias. In short, in the Sistine vault as well as in the Last Judgment, nothing has been frescoed by chance or without a precise meaning.

Your always Michelangelo Buonarroti.

Annunci

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: