Vai al contenuto

Il Cristo Risorto

Eccolo qua i Cristo Risorto. Esce dal sepolcro quasi di scatto e viene letteralmente risucchiato verso l’alto. Questo disegno attualmente si trova presso i castello di Windsor e lo realizzai con lapis nero a tratti sfumato. L’arco descritto dal sudario accentua il movimento del corpo che pare lievitare verso il Cielo che lo ha chiamato.

Secondo alcuni studiosi questo non sarebbe una figura a sé stante bensì una disegno preparatorio per il cartone della Resurrezione di Cristo.

Era infatti questo il soggetto pensato in un primo momento per dipingere sulla parete d’altare della Cappella Sistina. Il progetto era assai modesto se paragonato al Giudizio Universale che realizzai successivamente. Come sapete le cose complicate mi hanno sempre affascinato e alla fine optai per affrescare un soggetto assai più intricato e laborioso.

Su questo disegno ci son parecchi pentimenti. Ho cambiato diverse volte la posizione del braccio levato al cielo così come quella della mano destra. Guardate il volto di Cristo: non vi ricorda forse quello di Giona nella Volta della Sistina? In fondo Giona è proprio i precursore di Cristo con i suoi tre giorni di buio dentro la pancia della balena prima di rivedere la luce.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti che volentieri si perde fra i suoi disegni che non bruciò.

IMG_20160627_134256

The Risen Christ

Here it is the Risen Christ. He comes out of the sepulcher almost suddenly and is literally sucked upwards. This design is currently located at the Windsor castle and I made it with black and white lapis. The arc described by the shroud accentuates the movement of the body that seems to rise towards the Heaven that called it.

According to some scholars, this would not be a figure in its own right but a preparatory drawing for the cartoon of the Resurrection of Christ. In fact this was the subject thought at first to paint on the altar wall of the Sistine Chapel. The project was very modest compared to the Universal Judgment that I later realized.

As you know, complicated things have always fascinated me and in the end I opted to paint a much more intricate and laborious subject. On this drawing there are several repentances. I changed the position of the raised arm several times, as well as that of the right hand. Look at the face of Christ: does he not remind you of the face of Jonah in the Vault of the Sistine Chapel?

After all, Jonah is precisely the forerunner of Christ with his three days of darkness inside the belly of the whale before seeing the light again. Your always Michelangelo Buonarroti who willingly loses himself among his designs that he didn’t burn.

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: