Vai al contenuto

Sono libero eppure incatenato

Vi scrivo questi versi al risveglio mentre la mia Firenze stamani sembra ripiombata nell’autunno.

 

7

Chi è quel che per forza a te mi mena,

oilmè, oilmè, oilmè,

legato e stretto, e son libero e sciolto?

    Se tu incateni altrui senza catena,

e senza mane o braccia m’hai raccolto,

chi mi difenderà dal tuo bel volto?

cleo

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: